domenica 26 febbraio 2012

Tra scienza e arte: Ernst Haeckel


Prima dell’avvento dei microscopi buona parte del lavoro dei biologi consisteva nel riprodurre a mano i loro oggetti di studio. Uno dei più famosi artisti-biologi fu Ernst Haeckel (1834-1919), conosciuto anche al di fuori del mondo della scienza per i suoi fantastici disegni di piante e animali estremamente ricchi di dettagli.
Qua, troverete 21 tavole tratte dal Kunstformen der Natur (Forme d'arte in Natura - pdf) riproposte in occasione del 178° compleanno di Haeckel, caduto lo scorso 16 febbraio.




- Ernst Haeckel e la visione monistica del mondo (pdf)
- Ernst Haeckel: Die Radiolarien (1862)

"Where faith commences, science ends." Ernst Haeckel, The History of Creation (1876).

sabato 18 febbraio 2012

Famelab: il talent per narratori di scienza

Tre minuti, solo tre minuti per parlarvi di ...scienza! Nell'epoca dei talent show non poteva mancare un qualcosa da dedicare alla comunicazione scientifica. Un monologo divertente ed arguto è tutto quello che ci vuole. Sul sito Famelab-Italy potete presentare la vostra candidatura per le prime selezioni locali; superate quelle, potrete partecipare alla finale internazionale che si svolgerà in Inghilterra durante il Cheltenam Science Festival.

Via: io non faccio niente



martedì 7 febbraio 2012

Link, materiali, utilities varie ed eventuali

Apriamo quest'ultima serie di segnalazioni con la presentazione di Cliccascienze.it, un sito molto ben fatto dedicato alle scienze biologiche e non solo, curato dall'esordiente e molto giovane Tania Basile e dal webmaster Osvaldo Lanzillotti. Cliccascienze propone una vastissima collezione di appunti destinati agli studenti di ogni ordine e grado, una pagina dedicata alle curiosità e una sezione di giochi di logica e di strategia. Dategli un'occhiata e non perdetelo più di vista perché è ancora under construction e si arricchirà giorno dopo giorno.

Le altre utilities di oggi sono un documento dell'Institut des Hautes Etudes Scientifiques intitolato Quantization is a mystery (via Not Even Wrong) e una collezione di libri rari e manoscritti scientifici proposti dall'ECHO (European Cultural Eritage Online). Qui, giusto per fare un piccolo esempio, potete ammirare un manoscritto di Hermann Minkowski, datato 1902, proveniente dalla National Library of Israel (già che ci siete date uno sguardo alla Digital Library) e qui, le opere di Alessandro Volta.
Agli appassionati di Alice nel Paese delle Meraviglie io9.com dedica alcune pagine tratte dalla versione originale di Alice's Adventures Under Ground, illustrate dallo stesso Lewis Carroll (via Jennifer Ouellette). 
E per finire, Book Country, un simpatico sito dedicato agli appassionati di narrativa (in particolare di e-book) dove si può leggere, scrivere, condividere e discutere e Open Textbooks, interessante risorsa per studenti e prof.

domenica 5 febbraio 2012

L'acqua di Lourdes, i gatti borghesizzati e il non senso della vita

Oscilloclasto
E' di qualche giorno fa la notizia dei 39 finti scienziati denunciati per frode ai danni di povera gente colpita da gravi malattie; questi farabutti promettevano guarigioni miracolose grazie alle acque provenienti dai santuari mariani più noti (Lourdes, Fatima, Medjugorje). Si presentavano come un team qualificato di biologi e fisici, propugnatori di una tecnica innovativa (?) volta a riarmonizzare la materia grazie alle "particolari frequenze" sprigionate dalle acque benedette (o acque a luce bianca*). Un misto di credenze religiose e quackerismo ispirato forse da illustri predecessori, ciarlatani di successo stile Albert Abrams, inventore di due strani macchinari noti col nome di oscilloclasto e  radioclasto. Sarebbe sufficiente studiare un pò di storia delle pseudoscienze per scoprire che questi loschi individui, inventori di "cure miracolose", non possono nemmeno vantarsi di un briciolo di originalità. 

Sempre riguardo a questa storia di ordinaria follia mi va di segnalare un articolo di Odifreddi e i numerosi commenti sottostanti. Pare che i lettori del Non-senso della vita sono per lo più composti da ferventi sostenitori della fede, da gente che di scienza ne capisce poco o nulla (vedi commento sui gatti borghesizzati e le teorie incomprensibili) e però ne vuole parlare ugualmente e da qualcuno che in questo allucinante guazzabuglio riesce a dire qualcosa di sensato. Do ragione al lettore che ammonisce Odifreddi riguardo a certi giudizi dati con troppa superficialità, non mi sembra sensato dare del tonto e dell'incapace a chi si trova in condizioni disperate e che in una situazione di fragilità estrema si aggrappa a qualsiasi falsa speranza. Da un matematico che fa divulgazione da anni ci si aspetterebbe qualcosina in più.

Vi lascio qualche link
- Hermits and Crancks: Lessons from Martin Gardner on Recognizing Pseudoscientists
- Pseudoscienze: giù la maschera
- Quando le medicine alternative uccidono

*le due cose sembrerebbero fortemente collegate