lunedì 31 ottobre 2011

L'apprendista stregone

L'apprendista stregone di Jon Turteltaub (2010) è una rivisitazione del segmento "L'apprendista stregone" del disneyano Fantasia, che a sua volta era stato tratto dall'omonimo poema sinfonico del 1890 di Paul Dukas, che a sua volta si era ispirato alla omonima ballata di Johann Wolfgang von Goethe, datata 1797. Sono tutte informazioni che potete trovare su wikipedia; la cosa simpatica è il percorso a ritroso che dal regista Jon Turteltaub porta al poeta tedesco Goethe.
Il film in questione, che ho visto un pò di sere fa, ha per protagonista uno studente di Fisica (evviva!), che vive in una specie di laboratorio in perfetto stile Colorado Springs di inizi 900 e perciò, geek quanto basta, innamorato perso della solita "staccona" bionda, e potenziale potentissimo stregone; praticamente un "prescelto". Comunque, per farla breve, sono rimasta colpita da questa scena:


questa storia del cervello usato al 10% è un sempreverde che non passerà mai di moda...

Fase 1: liberare la mente
Fase 2: visualizzare le molecole
Fase 3: farle agitare!!!
 ...tale e quale al mio prof. di struttura...tale e quale...


PS. magari non ve ne può importare di meno ma pare che la figura dell'apprendista stregone sia anticipatrice di quella dello scienziato pazzo

 

 


2 commenti:

  1. Ciao Lucy, un 10 almeno per la considerazione alla fase 3. Non è da tutti avere un prof stregone che le molecole le fa agitare... quello che mi chiedo è se gli studenti (almeno quelli di lungo corso) abbiano imparato a ristabilire lo stato di quiete (almeno apparente).
    Il film non l'ho visto ma se il protagonosta è uno studente di Fisica, potrebbe essere interessante.
    Un salutone
    Marco

    PS:
    Mi piace il nuovo look roseggiante

    RispondiElimina
  2. Grazie Marco...ehm a volte le faceva pure ruotare...le molecole! ;)

    RispondiElimina