mercoledì 17 agosto 2011

Ritorno a Flatlandia


Alcuni scienziati trascorrono i loro giorni esplorando le tre dimensioni dello spazio, le quattro dimensioni dello spazio-tempo o anche le undici dimensioni di un qualcosa che risponde al nome di M-teoria. Alcuni, si accontentano di sole due dimensioni (vedi Carbon Flatland).
Tratta da Graphene gives up more of its secrets
Il grafene è un materiale a dir poco eccezionale, una vera e propria cornucopia dal momento che può essere impiegato nei più disparati campi della tecnologia esercitando al contempo un certo fascino anche sui fisici teorici (uno fra tutti il mitico Sheldon Cooper). Se il grafene vi intriga, non potete di certo perdervi questo: “Graphene: Materials in the Flatland” del premio Nobel Konstantin Novoselov.

“Much like the world described in Abbott’s Flatland, graphene is a two-dimensional object. And, as “Flatland” is “a romance of many dimensions,” graphene is much more than just a flat crystal. It possesses a number of unusual properties which are often unique or superior to those in other materials. In this brief lecture I would like to explain the reason for my (and many other people’s) fascination with this material, and invite the reader to share some of the excitement I’ve experienced while researching it.”

Nessun commento:

Posta un commento