martedì 9 agosto 2011

Come tasselli di un puzzle

Per la puntata di oggi, la versione tragicomica di Lucarelli ci propone:
  • "[Traduzione e adattamento in lingua italiana a cura di Davide Suraci.] – Andrea Rossi, l'inventore dell'Energy Catalyzer, ha raggiunto un accordo con una società statunitense. L'accordo si basa su molti anni di contatti con persone legate al Dipartimento dell'Energia degli Stati Uniti.
    Il nuovo accordo delinea i piani commerciali nel Nord e Sud America per l'Energy Catalyzer – il dispositivo che sembra produrre grandi quantità di energia attraverso una finora sconosciuta e non pienamente compresa reazione nucleare. ..." (http://www.territorioscuola.com/interazioni_2/2011/05/18/1226-180511-energy-catalyzer-ottiene-fiducia-da-partners-statunitensi/) 

    "Le persone che ogni anno sostengono di essere in grado di costruire una macchina capace di fornire energia dal nulla, violando i principi della termodinamica, sono migliaia ed aumentano in modo esponenziale (1). Si pensi che negli Stati Uniti questi prototipi sono un problema grossissimo per l'ufficio brevetti, che si trova a dover impegnare gran parte delle risorse per analizzarli, rallentando l'operatività negli altri settori. Ciò nonostante, siccome sul mercato non è mai arrivato nulla di efficace, l'unica conclusione possibile è che tutti i progetti di questo tipo, prodotti fino ad ora, non funzionino. Questa conclusione non è però  condivisa da tutti. Esistono infatti delle persone che sostengono la teoria secondo la quale i soggetti che traggono vantaggio dalle fonti di energia tradizionali hanno un potere così grande da essere in grado di bloccare sul nascere ogni scoperta relativa a nuove fonti di energia..." (http://www.vialattea.net/esperti/php/risposta.php?num=9386)

    "Spiegare cosa succeda veramente nel reattore catalitico (nucleare a bassa intensità) Ni-H di Rossi-Focardi-Piantelli, per ora non lo sa fare nessuno con definitiva certezza. Il motivo principale è che mancano misure, ma anche manca una teoria condivisa. ..." (http://www.comedonchisciotte.org/site/modules.php?name=Forums&file=viewtopic&t=37580)

  • "La repulsione coulombiana impedisce che i protoni a bassa energia possano giungere sui nuclei di nichel a meno che la carica del protone non venga mascherata. Per esempio con l'elettrone dello stesso atomo di idrogeno che venga a trovarsi sul protone per fluttuazione statistica (come accade nei nuclei che presentano la cattura orbitale). L'atomo di idrogeno, così ristretto, sarà allora temporaneamente un “miniatomo”. ..." (http://www.consulente-energia.com/z-Considerazioni-Daddi-su-reattore-Focardi-Rossi.pdf)

  • "POCHI conoscono l’attività che per oltre un ventennio si è svolta nella pineta di San Piero a Grado quando — dall’idea di un gruppo di fisici che operavano all’Accademia Navale — prese corpo l’idea della realizzazione di un impianto nucleare di ricerca. Per l’epoca, erano gli anni Cinquanta, si trattava di un’avventura pionieristica che però fece in breve tempo di Pisa un centro all’avanguardia per lo studio dell’energia nucleare finalizzato alle applicazioni sia militari (propulsione navale) che civili. ..." (http://www.lanazione.it/pisa/2009/04/17/165648-pochi_conoscono_attivita_oltre_ventennio_svolta.shtml)

Nessun commento:

Posta un commento