sabato 29 maggio 2010

Segnalazioni...

Iniziamo subito la carrellata di segnalazioni del fine settimana con questo articolo di Andrea Mameli, autore del blog Linguaggio Macchina. Si tratta di un video, un film muto del 1922 proposto durante un cinegiornale destinato ad un pubblico femminile, su un rivoluzionario marchingegno, il cellulare.

EVE'S WIRELESS


Si tratta di un fake? Non si sa...fatto sta che la raccolta di antichi documentari del British Pathé è monumentale (ci sono la bellezza di 90.000 filmati che vanno dal 1896 al 1976) e molto curiosa.
Intanto, prima di stabilire se il video in questione è autentico oppure no, Andrea Mameli ci ricorda di un articolo di Nikola Tesla apparso sul New York Times, che recita: "It will soon be possible, for instance, for a business man in New York to dictate instructions and have them appear in type in London or elsewhere. He will be able to call from his desk and talk with any telephone subscriber in the world. It will only be necessary to carry an inexpensive instrument no bigger than a watch, which will enable its bearer to hear anywhere on sea or land for distances of thousands of miles". Davvero straordinario, no?

Gianluigi, ci offre invece questa serie di post dalle tematiche "bollenti" ossia, Università, tagli alla ricerca e privatizzazione dell'acqua:
- L'acqua non si vende
- CUN: un'unica categoria di docenza a più livelli
- I sacrifici dei ricercatori e Atenei in rivolta.

Poi, passando dal serio al faceto, vi propongo questa immagine di Abert Einstein:

E' probabile che esclamiate "ma che è sto schifo?" ... trattasi di uno spot di General Motors con tanto di slogan "Ideas are sexy too", forse capostipite di una serie di pubblicità "impegnate" del mondo automobilistico...basti pensare al fantasioso abbinamento tra una macchina e i grandi matematici della storia oppure, alla nuova Giulietta dell'Alfa Romeo con tanto di citazione Shakespeariana.

Mi soffermo un altro pò sul mondo degli spot, giusto per chiedervi se il mio odio verso la nonnina cacciatrice di lupi della Red Bull è condivisibile. Forse esagero, ma mi sembra davvero una porcheria.

Per concludere, una anticipazione sul prossimo argomento: l'Hydrino di Randell L. Mills...una vera chicca per gli amanti del genere.

Nessun commento:

Posta un commento