venerdì 16 ottobre 2009

Monopoli magnetici e "Magnetricità"


Immagine tratta da PhysOrg.com: equivalente magnetico dell'elettricità confinato in uno "spin ice". I poli nord e sud della dimensione di un atomo vengono spinti in direzioni opposte da un campo magnetico esterno.

Per sottolineare ancora di più il legame o meglio, la "simmetria", fra elettricità e magnetismo è stato coniato un nuovo termine: la "magnetricity" che in italiano potrebbe suonare come "magnetricità" (che schifo di nome! che qualcuno suggerisca qualcosa di meglio...).
Ultime notizie, tratte da una delle mie riviste preferite, dallo "Science Daily" per la precisione.
Direttamente dal Centro di Londra per le nanotecnologie (LCN) arriva la conferma che una singola carica magnetica interagisce e si comporta proprio come una carica elettrica in alcuni tipi di materiale. Come ho già detto in alcuni miei precedenti post ciò porterebbe ad una rivalutazione delle teorie attuali sul magnetismo.

La ricerca, pubblicata sul Nature, dimostrerebbe l'esistenza di cariche magnetiche ossia delle "quasi-particelle" che interagiscono come le cariche elettriche. Tutto ciò porterebbe ad una maggiore simmetria fra elettricità e magnetismo, ecco perché gli scienziati dell'ISIS e del LCN hanno introdotto il termine "magnetricity".
Per dimostrare sperimentalmente l'esistenza delle "correnti magnetiche", il team ha ripreso la teoria di Osanger del 1934 che riguarderebbe il movimento di ioni sottoposti a correnti magnetiche in un cristallo di spin ice. Hanno quindi applicato un campo magnetico al campione di spin ice, ovviamente a temperature molto basse, esaminando le interazioni prodotte da un fascio di muoni generato dall'ISIS (Neutron and Muon Source). L'esperimento ha così permesso di rivelare la carica magnetica nello spin ice (Dy2Ti2O7), di misurare l'intensità della corrente prodotta e di determinare l'unità elementare della carica magnetica nel materiale.
Il prof Steve Bramwell sottolinea: "l'esistenza dei monopoli magnetici è già stata prevista nel 1931, ma nonostante le numerose ricerche, non sono mai stati ancora osservati nelle particelle elementari libere (ovviamente...). Questi monopoli esistono all'interno del campione di spin ice, ma non al di fuori". Però sottolinea anche come, in opportune condizioni sperimentali, la carica magnetica possa scorrere come la carica elettrica.

S. T. Bramwell, S. R. Giblin, S. Calder, R. Aldus, D. Prabhakaran & T. Fennell. Measurement of the charge and current of magnetic monopoles in spin ice. Nature, 2009; 461 (7266): 956 DOI: 10.1038/nature08500

1 commento:

  1. Comprendo benissimo che spiegato in questi termini si capisce ben poco...ho il dubbio che gli stessi ricercatori non sappiano esattamente di cosa parlano...mi è stato fatto notare che: se le correnti elettriche generano un campo magnetico allora le correnti magnetiche dovrebbero generare un campo elettrico sempre nel caso in cui, come affermano questi signori, esistesse questa perfetta simmetria tra elettricità e magnetismo. Purtroppo non posso leggere l'articolo originale pubblicato sul Nature - è a pagamento - perciò invito chiunque a dire la sua...questa cosa della magnetricità mi sembra una cavolata ma potrei anche sbagliarmi...

    RispondiElimina