lunedì 31 agosto 2009

Quando internet genera dipendenza


Ebbene sì, alcuni individui sono internet-dipendenti, e la loro patologia allarma medici e psicologi.
E' conosciuta come Internet Addiction Disorder (I.A.D), la malattia dovuta all'abuso di internet che presenta gli stessi sintomi di una tossicodipendenza.
Persone che vanno in tilt perché non possono connettersi, insonni che si alzano nel cuore della notte per controllare la propria email o per chattare con altri che, probabilmente, soffrono del loro stesso disturbo e poi....numerosissimi amici, ma tutti virtuali. Questi sono alcuni dei campanelli di allarme che segnalano la presenza di una vera e propria patologia diagnosticata per la prima volta da Ivan Goldeberg, psichiatra americano.
I principali sintomi della I.A.D. sono:
1. Bisogno di trascorrere un tempo sempre maggiore in rete per ottenere soddisfazione;
2. marcata riduzione di interesse per altre attività che non siano Internet;
3. sviluppo, dopo la sospensione o diminuzione dell’uso della rete, di agitazione psicomotoria, ansia, depressione, pensieri ossessivi su cosa accade on-line, classici sintomi astinenziali;
4. necessità di accedere alla rete sempre più frequentemente o per periodi più prolungati rispetto all’intenzione iniziale;
5. impossibilità di interrompere o tenere sotto controllo l’uso di Internet;
6. dispendio di grande quantità di tempo in attività correlate alla rete;
7. continuare a utilizzare Internet nonostante la consapevolezza di problemi fisici, sociali, lavorativi o psicologici recati dalla rete.
(tratto da anagen.net).

Detto in poche parole: "se il vostro cervello rimane perennemente connesso avete un problema".

Se avete dei dubbi riguardo al vostro grado di assuefazione andate su questo link e fate il test della dipendenza da internet, ovviamente, se ancora riuscite ad essere sinceri, almeno con voi stessi.

Nessun commento:

Posta un commento