giovedì 20 agosto 2009

Attenti agli zombies!

1968, "La notte dei morti viventi", ve lo ricordate il film, no? Ebbene, questo film è stato lo spunto per una ricerca "seria", ovvero una simulazione per vedere quanto si potrebbe diffondere un male di questo tipo (se esistesse sul serio). La risposta è drammatica: "l'umanità verrebbe completamente annientata".
Gli autori di questa ricerca sono dei matematici canadesi delle università di Ottawa e Carleton. R.J.Smith? (si chiama proprio così, col punto interrogativo incluso, dato che Smith è un cognome troppo diffuso ha deciso di aggiungersi un ?) ci spiega: "abbiamo ricreato l'attacco degli zombie creando un modello basato sulle nozioni biologiche immaginate nei film di genere", e "una volta creato il modello osserviamo il risultato con soluzioni numeriche".

Lo studio prende in analisi diversi parametri come il periodo di zombizzazione, ovvero il tempo impiegato da un essere umano per trasformarsi in uno zombie.
Lo scopo degli studiosi era quello di creare un modello matematico per un tipo di infezione non convenzionale, per cui, non è da prendere alla lettera!

Nessun commento:

Posta un commento