giovedì 30 luglio 2009

"Sbagliando non si impara"

Secondo una ricerca del Mit il famoso detto va rivisto. Si apprende più dai successi che dai fallimenti. Studiando il comportamento delle scimmie si è notato che dopo una risposta positiva i neuroni memorizzano l'informazione in maniera più efficace e persistente. Dopo un errore invece, si è spinti a tornare sui propri passi, anche se portano nella direzione sbagliata.
Lo stesso studio è stato condotto anche sugli uomini e i risultati sono stati pubblicati sul Journal of Neuroscience nello scorso autunno. Nei bambini, apprendimento e successo vanno spesso di pari passo, mentre negli adulti la situazione si mitiga e ovviamente, si impara anche dagli errori. Questo dimostrerebbe comunque che il mio professore (mi riferisco ai tempi dell'università), nel momento in cui affermava che per capire bene lo svolgimento di un nuovo esercizio bisognava commettere degli errori, si sbagliava dato che, secondo lui, il risultato corretto al primo tentativo non ci avrebbe fatto capire niente. Ma!...ognuno ha la sua opinione, certo è che non sempre l'apprendimento è basato su lacrime e sudore.

Fonte: E.Dusi, Repubblica.it

Nessun commento:

Posta un commento