lunedì 15 giugno 2009

Ig - Nobel

Il Premio Ig - Nobel (pronuncia Ignobel) è una parodia del premio Nobel, e viene assegnato ogni anno qualche settimana prima dell'annuncio dei vincitori del vero Premio Nobel.
Sponsorizzati dalla rivista umoristico - scientifica statunitense "Annals of Improbable Research (AIR)" (in parte fonte di ispirazione per questo blog), i premi Ig - Nobel sono presentati al pubblico come se fossero veri Premi Nobel nel corso di una cerimonia che si tiene nel Sanders Theatre dell'Università di Harvard.
Per ora ricordo i vincitori del 2008, più in là riporterò tutte le migliori annate.

- Archeologia: Astolfo G. Mello Araujo e José Carlos Marcelino (Università di San Paolo, Brasile), per aver dimostrato il ruolo degli armadilli nello spostamento dei reperti archeologici in un sito di scavo.
- Scienze Alimentari: Massimiliano Zampini (Università di Trento) e Charles Spence (Oxford University), per aver dimostrato che si può modificare la percezione di fragranza di una patatina, attraverso la riproduzione del rumore dello sgranocchiamento di una patatina fresca.
- Biologia: Marie-Christine Cadiergues, Christel Joubert e Michel Franc (École Nationale Veterinaire, Tolosa, Francia), per aver dimostrato che le pulci che infestano i cani possono fare balzi più lunghi di quelle che infestano i gatti.
- Economia: Geoffrey Miller, Joshua Tybur e Brent Jordan (University of New Mexico, USA), per aver dimostrato che la fase del ciclo ovulatorio di una ballerina di lap-dance influenza le mance che riceve.
- Medicina: Dan Ariely (Duke University, USA), Rebecca Waber (MIT, USA), Baba Shiv (Stanford University, USA), e Ziv Carmon (INSEAD, Singapore), per aver dimostrato che il prezzo di un medicinale placebo è direttamente correlato alla sua efficacia percepita.
- Fisica: Dorian Raymer (Ocean Observatories Initiative, Scripps Institution of Oceanography) e Douglas Smith (University of California, San Diego) per aver dimostrato che ammassi di fili non possono non formare dei nodi.

Nessun commento:

Posta un commento