martedì 12 maggio 2009

Deuterio ultra-denso: la benzina del futuro

E' centinaia di migliaia di volte più pesante dell'acqua (un cubo di questo materiale con i lati lunghi 10 cm peserebbe 130 tonnellate) e più denso del nucleo del sole e lo stanno producendo ora, al dipartimento di chimica dell'Università di Gothenburg.

Gli scienziati che lavorano con questo materiale sono alla ricerca di un processo energetico che sia più sostenibile e meno dannoso per l'ambiente rispetto al nucleare usato oggi.
Per ora sono state prodotte soltanto quantità microscopiche di questo composto che, a livello atomico, presenta delle peculiarità. La distanza fra gli atomi che lo compongono è inferiore, e non di poco, a quella della normale materia.
Il materiale deriva dall'idrogeno pesante, noto come deuterio, si tratta infatti di "deuterio ultra-denso". Tra l'altro, si ritiene che il deuterio ultra-denso svolga un ruolo nella formazione delle stelle e che sia presente in pianeti giganti come Giove.

Ma a che cosa potrebbe servire?
A questo risponde il Prof. Leif Holmlid: "una giustificazione importante per la nostra ricerca è che il deuterio ultra-denso può essere usato come "carburante" per la fusione nucleare attivata da laser. Si può realizzare la fusione tra nuclei di deuterio usando degli high-power lasers, rilasciando così grandi quantità di energia."

E poi: "se producessimo grandi quantità di deuterio ultra-denso, la fusione nucleare potrebbe divenire la fonte di energia del futuro. E tutto ciò potrebbe accadere molto prima di quanto in passato supponessimo fosse possibile", sempre secondo Leif Holmlid.
"Inoltre la fusione di deuterio dovrebbe dare come prodotti finali solo elio e idrogeno, e non sarà necessario avere a che fare con il trizio, altamente radioattivo, e previsto per l'uso in altri tipi di reattori. Questo significa che la fusione nucleare attivata da laser sarà molto più sostenibile e meno dannosa per l'ambiente rispetto agli altri metodi che sono in via di sviluppo".

Fonte: ScienceDaily

Nessun commento:

Posta un commento