mercoledì 29 aprile 2009

Scoperto l'oggetto celeste più lontano dell'universo


E' stato osservato dal telescopio nazionale italiano Galileo dell'INAF. Distante 13 miliardi di anni luce, è stato possibile scoprirlo in seguito ad un evento cosmico catastrofico che ha generato un potentissimo lampo di raggi gamma.
I ricercatori hanno calcolato che in quei 10 secondi, la durata del lampo, è stata emessa 100 volte più energia di quanto il Sole faccia nell'intera esistenza di 9 miliardi di anni.
L'esplosione è avvenuta all'incirca 600 milioni di anni dopo il Big Bang e si tratta dell'oggetto celeste più distante mai osservato finora.

Nessun commento:

Posta un commento